Home

Messaggio di Medjugorje

Messaggio di Medjugorje
25 Dicembre 2013

"Cari figli! Vi porto il Re della pace perché Lui vi dia la Sua pace. Voi, figlioli, pregate, pregate, pregate. Il frutto della preghiera si vedrà sui volti delle persone che si sono decise per Dio e per il Suo Regno. Io con il mio figlio Gesù vi benedico tutti con la benedizione della pace. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

 

 

Vescovo di Timisoara



Sua Eccellenza
Monsignor Martin Roos

Vescovo di Timisoara



Designed by:
SiteGround web hosting Joomla Templates

CHIESA CATTOLICA IN TIMISOARA! SIA LODATO GESU' CRISTO!
Vangelo del Giorno 3-12-2009 PDF Stampa E-mail

San Francesco Saverio

 

 

Prima Lettura

Dal libro del profeta Isaìa

In quel giorno si canterà questo canto nella terra di Giuda:
«Abbiamo una città forte;
mura e bastioni egli ha posto a salvezza.
Aprite le porte:
entri una nazione giusta,
che si mantiene fedele.
La sua volontà è salda;
tu le assicurerai la pace,
pace perché in te confida.
Confidate nel Signore sempre,
perché il Signore è una roccia eterna,
perché egli ha abbattuto
coloro che abitavano in alto,
ha rovesciato la città eccelsa,
l'ha rovesciata fino a terra,
l'ha rasa al suolo.
I piedi la calpestano:
sono i piedi degli oppressi,
i passi dei poveri».

 

Salmo   Sal 117

Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
 
Rendete grazie al Signore perché è buono,
perché il suo amore è per sempre.
È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nell'uomo.
È meglio rifugiarsi nel Signore
che confidare nei potenti.

Apritemi le porte della giustizia:
vi entrerò per ringraziare il Signore.
È questa la porta del Signore:
per essa entrano i giusti.
Ti rendo grazie, perché mi hai risposto,
perché sei stato la mia salvezza.

Ti preghiamo, Signore: dona la salvezza!
Ti preghiamo, Signore: dona la vittoria!
Benedetto colui che viene nel nome del Signore.
Vi benediciamo dalla casa del Signore.
Il Signore è Dio, egli ci illumina.

 

Vangelo Mt 7,21.24-27
Chi fa la volontà del Padre mio, entrerà nel regno dei cieli.

 
croce.gif
Dal Vangelo secondo
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non chiunque mi dice: "Signore, Signore", entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.
Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia.
Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».

 
San Francesco Saverio Stampa E-mail
Giovedì 03 Dicembre 2009 09:14

25450.jpgStudente a Parigi conobbe sant'Ignazio di Loyola e fece parte del nucleo di fondazione della Compagnia di Gesù. E' il più grande missionario dell'epoca moderna. Portò il Vangelo a contatto con le grandi culture orientali, adattandolo con sapiente senso apostolico all'indole delle varie popolazioni. Nei suoi viaggi missionari toccò l'India, il Giappone, e morì mentre si accingeva a diffondere il messaggio di Cristo nell'immenso continente cinese. (Mess. Rom.)

 

Martirologio Romano: Memoria di san Francesco Saverio, sacerdote della Compagnia di Gesù, evangelizzatore delle Indie, che, nato in Navarra, fu tra i primi compagni di sant’Ignazio. Spinto dall’ardente desiderio di diffondere il Vangelo, annunciò con impegno Cristo a innumerevoli popolazioni in India, nelle isole Molucche e in altre ancora, in Giappone convertì poi molti alla fede e morì, infine, in Cina nell’isola di Sancian, stremato dalla malattia e dalle fatiche.

Leggi tutto...
 
La “conversione” dell’Avvento Stampa E-mail

Le celebrazioni del tempo di Avvento sono caratterizzate dal colore liturgico viola (o violaceo), come per la Quaresima.
Questa affinità tra i due tempi liturgici nell’uso del colore per i paramenti lascia intendere anche una somiglianza tra questi due periodi dell’anno liturgico. Spesso si parla, forse con troppa enfasi, dell’Avvento come tempo penitenziale, proprio come per la Quaresima. Se da una parte non è corretto ridurre l’Avvento ad una “seconda Quaresima”, dal momento che la natura di questi due tempi liturgici è differente, tuttavia si può parlare di una “conversione” propria di questo tempo liturgico che emerge dai testi eucologici (le preghiere) e dalle letture bibliche del Lezionario. Proviamo allora a ripercorre i testi liturgici dell’Avvento per fare emergere qual è la “conversione” che questo tempo liturgico vuole generare nella vita personale e comunitaria dei credenti.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 3

Liturgia Odierna

head.jpg

Ti Saluto, o Croce Santa!

«Signore mio e Dio mio»
 
 Nessuno ti toglierà mai
 dal nostro cuore!

Sosteniamo il Papa!

Che non passi giorno che non preghiamo per il Santo Padre! Offriamo a Dio la nostra preghiera per il Papa!